Cos’è e come fare un accatastamento fabbricati

Non attivi Di

accatastamento

Tutti i fabbricati sono registrati per fini fiscali tramite la presentazione di un documento denominato accatastamento fabbricati che ne determina sia l’esistenza di natura fiscale che quella di natura giuridica. L’accatastamento di un immobile è necessario per il calcolo da parte dell’Agenzia delle Entrate delle tasse (Irpef e Imu) sulla base dei dati dell’immobile censito al Catasto.

Oltre a questo l’accatastamento immobili è obbligatorio per l’ottenimento dell’agibilità dei locali e dev’essere incluso nella documentazione della comunicazione per la fine dei lavori. L’accatastamento viene presentato per l’identificazione del fabbricato tramite i dati inseriti nella planimetria registrata.

Quando è obbligatorio accatastare un fabbricato

I motivi per cui è obbligatorio effettuare la procedura di accatastamento fabbricati sono quelli per cui gli immobili devono essere dotati della rendita catastale, ne consegue che le nuove costruzioni devono essere necessariamente accatastate.

Ci sono una alcune tipologie di interventi eseguiti su un immobile esistente che determinano delle variazioni sulle rendite catastali, per questo è opportuno apportare alcune modifiche sui dati cata-stali oppure avviare una nuova pratica di accatastamento fabbricati.

Gli interventi per cui deve essere richiesto l’aggiornamento catastale possono essere ad esempio a seguito di un ampliamento della casa, una divisione dei locali, cambi di destinazione d’uso o le modifiche interne degli spazi, in una fusione di 2 o più unità immobiliari o nella modifica degli spazi interni. Oltre ai casi suddetti bisogna aggiungere i cambiamenti toponomastici (dati dell’intestatario e altre informazioni sull’immobile) relativi alla planimetria catastale.

Come ottenere un accatastamento

Per la redazione del documento di accatastamento fabbricati e immobili bisogna rivolgersi necessa-riamente a tecnici professionisti iscritti regolarmente all’Albo che, dopo aver effettuato un sopralluogo sul posto e ottenuto tutti i dati delle misurazioni, potranno compilare e firmare la domanda da inviare agli Uffici catastali dell’Agenzia. Entro pochi giorni, i nuovi dati verranno registrati e verrà inviata la ricevuta. La mancata presentazione della domanda di accatastamento immobili o il suo ritardo, prevede delle sanzioni amministrative in base alla normativa in vigore.